Annuals

Annuals in the catologue are programmed in cycles and it is almost impossible to find better plants in the most popular range of clematis, petunia, perriwinkle, impatiens and perpetual mesembraintemo.

Manufacturer:
Select manufacturer
Results 1 - 6 of 6

Verbena vaso ø 14 cm

<p style="text-align: justify;">La Verbena predilige luoghi luminosi, soleggiati ma riparati dai venti. Soffre il clima freddo e predilige terricci soffici, porosi e ricchi di sostanza organica. La verbena coltivata in vaso richiede un terreno costantemente umido ma senza ristagno idrico nel sottovaso. Le annaffiature devono essere regolari d’estate con poca acqua e senza bagnare le foglie, scarse in inverno.<br></p>

Petunia vaso ø 10 cm

<p style="text-align: justify;">Per uno sviluppo ottimale necessitano di un terreno ricco in materia organica, fresco e profondo; si utilizza un buon terriccio universale, mescolato con della corteccia finemente sminuzzata e con poca sabbia, per aumentare il drenaggio. Le piante di petunia sono abbastanza esigenti per quanto riguarda le annaffiature, possono sopportare alcune ore di siccità, ma le piante tendono ad appassire rapidamente in caso di carenza di acqua prolungata; annaffiamo quindi con regolarità, ogni 2-3 giorni, intensificando le annaffiature durante i mesi estivi. In ogni caso evitiamo di lasciare acqua stagnante ed attendiamo che il terreno sia asciutto tra un'annaffiatura e l'altra. Preferiscono posizioni molto luminose, possibilmente soleggiate per almeno sei ore al giorno; il posizionamento in luogo ombreggiato può causare scarse fioriture. I sottili fusti rendono le piante abbastanza fragili, è quindi consigliabile evitare di porle in luoghi molto esposti al vento.</p><div style="text-align: justify;"><br></div>

Nemesia

<p style="text-align: justify;">La Sunsatia è una pianta da esterni facile da coltivare, molto resistente e non richiede particolari cure. Necessita della luce diretta del sole per crescere e produrre i suoi fiori. L’apporto d’acqua deve essere regolare per tutta la stagione vegetativa, facendo attenzione a non inzuppare troppo il terreno. Il substrato deve rimanere sempre umido, soprattutto d’estate, ma senza ristagni idrici.</p>

Coleus

<p style="text-align: justify;">In appartamento non raggiungono grandi dimensioni e non superano i 50 cm di altezza mentre nei loro ambienti naturali possono superare il metro di altezza. Amano la luce pertanto devono essere esposte nella posizione più luminosa della casa preferibilmente a sud (la colorazione brillante e variaegata delle foglie è direttamente proporzionale alla quantità di luce che ricevono). Le temperature ottimali di coltivazioni sono intorno ai 20-25°C, ma comunque non inferiori a 12-13°C. Attenzione alle correnti d'aria fredda che non sono tollerate.<br>In primavera/estate la pianta va annaffiata abbondantemente in modo che il terriccio rimanga costantemente umido (non bagnato) e senza lasciare ristagni idrici nel sottovaso. Durante l'inverno si annaffia con più moderazione mantenendo sempre il terriccio leggermente umido.</p><br><p style="text-align: justify;"></p>

Amante del sole fiore piccolo

<p style="text-align: justify;">La portulaca necessita di essere posta in pieno sole per crescere bene e per produrre numerosi fiori. Teme molto il freddo, e solitamente con l'arrivo dei primi freddi autunnali deperisce rapidamente fino a seccare completamente; nei climi temperati le portulache si autoseminano con facilità. È una pianta che necessita di caldo e luce. Dà il meglio di sé quindi in pieno sole. Di solito non ha problemi con il caldo estivo. Tollera anche piuttosto bene la mezz’ombra sempre che il suolo dove è inserita non risulti troppo umido.</p>

Vinca

<p><br></p>

Fucsia Basket

<p style="text-align: justify;">Le Fuchsia sono piante abbastanza semplici da coltivare e non richiedono cure particolari. Le temperature ottimali di coltivazione sono modeste tra i 13-16°C, richiedono un ambiente umido e al riparo dai raggi diretti del sole. Le esposizioni migliori sono a nord nei paesi caldi e a nord-est o nord-ovest nei paesi freschi. Durante tutto il periodo primaverile-estivo va annaffiata regolarmente in modo che il terreno rimanga sempre umido (non zuppo) mentre durante il periodo del riposo invernale si annaffia giusto il tanto da non fare seccare il terriccio.<br></p>

Campanula

<p style="text-align: justify;">La campanule è una pianta di facile coltivazione. Può essere coltivata in vaso o in piena terra ed in entrambi i casi deve essere posizionata in zone semi ombreggiate in quanto non ama i raggi diretti del sole. Le temperature ottimali di coltivazione sono intorno ai 15°C e non devono scendere al di sotto dei 7°C. La Campanula ama delle buone annaffiature, facendo in modo che il terriccio rimanga costantemente umido (non bagnato) e senza ristagni idrici nel sottovaso che non sono tollerati. Durante l'inverno si annaffia con più moderazione mantenendo sempre il terriccio leggermente umido. Nel periodo primaverile-estivo è opportuno concimare la nostra Campanula con un buon concime liquido ogni 2-3 settimane aggiungendolo all'acqua d'irrigazione. Durante gli altri periodi le concimazioni vanno sospese.<br></p>

Gazania

<p style="text-align: justify;">La Gazania è un pianta perenne da esterno che fiorisce da maggio a ottobre e oltre, in funzione del clima. Ama il pieno sole, quindi si consiglia di posizionarle in un luogo molto luminoso, possibilmente alla luce diretta del sole. Senza luce la pianta non fiorisce, se si mette in un luogo semi-ombreggiato&nbsp; la fioritura sarà più scarsa. Innaffiare regolarmente e costantemente da giugno a settembre, lasciate asciugare il terriccio tra un’annaffiatura e l’altra. Sopporta anche brevi periodi di siccità. Durante l’inverno interrompete quasi del tutto le irrigazioni per evitare l’insorgere di marciumi radicali. Somministrate acqua solo quando il terriccio vi sembra totalmente secco, ma solo quanto basta per farlo riprendere.<br>La temperatura ideale per una buona crescita può oscillare tra i 16 e i 22 °C.&nbsp; Sopporta bene il caldo&nbsp; e resiste anche a periodi di siccità. Non tollera il freddo e le gelate, la temperatura minima non dovrebbe mai scendere sotto gli 8-10 °C.<br></p>

Nemesia

<p style="text-align: justify;"><strong></strong>Ama i luoghi soleggiati e riparati dai venti. Teme le gelate invernali e le erbe infestanti. Predilige i terreni umidi, sciolti, ricchi di sostanza organica e ben drenati. Le annaffiature devono essere regolari nel periodo della fioritura e quotidiane durante l’estate.</p>

Lobelia vaso 10

<p style="text-align: justify;">La sua caratteristica è di crescere velocemente e raggiungere in tempi piuttosto brevi la maturità. La coltivazione di queste piante è piuttosto semplice. È di fondamentale importanza dare loro l’esposizione adeguata che deve essere semiombreggiata o ombreggiata; temono il sole diretto durante le ore più calde del giorno. Il freddo autunnale rovina rapidamente le piccole piante, che disseccano in pochi giorni.&nbsp;Il substrato dovrà essere ricco, ma leggero e trattenere bene l’umidità, senza però rimanere esageratamente zuppo.<br></p>

Lobelia vaso 14

<p style="text-align: justify;">La sua caratteristica è di crescere velocemente e raggiungere in tempi piuttosto brevi la maturità. La coltivazione di queste piante è piuttosto semplice. È di fondamentale importanza dare loro l’esposizione adeguata che deve essere semiombreggiata o ombreggiata; temono il sole diretto durante le ore più calde del giorno. Il freddo autunnale rovina rapidamente le piccole piante, che disseccano in pochi giorni.&nbsp;Il substrato dovrà essere ricco, ma leggero e trattenere bene l’umidità, senza però rimanere esageratamente zuppo.<br></p>

Tagete

<p style="text-align: justify;">Non ha particolari esigenze riguardo al terreno. Teme il ristagno idrico. Vuole una posizione soleggiata: l’esposizione migliore per i tagetes è sempre il pieno sole. In questa posizione riusciranno a fiorire a profusione e per un lungo periodo. Ad ogni modo si adattano piuttosto bene anche alla mezz’ombra, magari presente solo durante le ore mattutine. Temono il freddo soprattutto le giovani piante, quindi sarà bene portarle all'aperto solo nel periodo caldo.</p>

Zinnia

<p style="text-align: justify;">I fiori di zinnia necessitano di essere posti in pieno sole e in zone ben ventilate, anche se tollerano alcune ore di ombra al giorno. Amano molto le estati calde, non tollerano assolutamente il freddo. Non necessitano di grandi quantità d'acqua, resistendo bene anche a brevi periodi di siccità. E' consigliabile annaffiare regolarmente, soprattutto nel periodo più caldo, con modeste quantità d'acqua, aspettando che il terreno sia ben asciutto tra un'annaffiatura e l'altra. Temono la formazione di ristagni d'acqua, ccescono senza problemi in qualsiasi terreno da giardino, preferendo comunque i terreni sciolti, ben drenati e ricchi di materia organica.</p>

Garofani Peman

<div style="text-align: justify;">I garofanini amano i luoghi soleggiati ed un clima mite; ma sopportano bene anche temperature molto rigide. Prediligono terreni sciolti, ricchi di sostanza organica e ben drenati. Richiedono annaffiature saltuarie che vanno sospese del tutto durante il riposo vegetativo e durante la ripresa vegetativa i garofani vanno concimati con prodotti a lento rilascio per piante da fiori arricchiti di potassio.<br></div>

Mesebriantemo Rifiorente

<p style="text-align: justify;">Ama i luoghi soleggiati e il clima temperato. Teme il gelo e i venti freddi. Necessita di un terreno sciolto, leggero e ben drenato, mentre per quanto riguarda le innaffiature devono essere regolari in estate e scarse in autunno-inverno. Ogni 3 -4 mesi somministrare del concime granulare a lenta cessione.<br></p>

Dalia

<p style="text-align: justify;">Ama la luce e sopporta perfettamente le alte temperature, ma non ha assolutamente resistenza al freddo. Hanno sempre bisogno di acqua in abbondanza.Questo bulbo è molto esigente per quel che riguarda il terreno, generalmente va bene qualsiasi terreno standard ben concimato e drenato con della sabbia, tuttavia per ottenere dei risultati migliori è consigliabile utilizzare del terriccio speciale. <br></p>

Salvia Splendens

<p style="text-align: justify;">Prediligono posizioni soleggiate, o anche semiombreggiate, soprattutto nelle zone caratterizzate da estati torride, ma temono il freddo. Da aprile a settembre annaffiare con regolarità, evitando che il terreno rimanga asciutto per periodi di tempo eccessivamente prolungati. Ogni 15-20 giorni mescolare all’acqua delle annaffiature del concime specifico per piante da fiore. Necessitano di un terreno soffice e fresco, abbastanza drenato, ricco di humus.<br></p>

Begonia Nana

<p style="text-align: justify;">Predilige un’esposizione a mezz’ombra, ma ciò nonostante l’ambiente deve esser ben luminoso. Necessita di terra di bosco mischiata in prevalenza con terricciato e sabbia. Ha bisogno di annaffiatura frequenti, ma comunque non troppo abbondanti, soprattutto durante la stagione calda. Durante la fine della fioritura è indispensabile diminuire sempre di più l’acqua e quando le foglie sono gialle sospenderle del tutto.</p>

Impatiens

<p style="text-align: justify;">Prediligono zone luminose, ma non il sole diretto, almeno non nelle ore più calde della giornata. Amano un terriccio sempre umido, ma non veramente impregnato di acqua, quindi fate attenzione soprattutto nelle prime fasi di coltivazione, quando ancora le temperature non sono molto elevate e le piantine sono ancora molto giovani a non eccedere con l’acqua. Per il resto della stagione cercate di annaffiare di mattina senza bagnare troppo le foglie per non creare situazioni favorevoli all’insorgenza di malattie fungine. <br></p>